Cultura - PARROCCHIE ALTO SEBINO - ZONA PASTORALE IV DELLE PARROCCHIE DELL'ALTO SEBINO DIOCESI DI BRESCIA - DON TIBERIO CANTABONI

oggi è
Vai ai contenuti

Menu principale:

Cultura

Realtà Zonali

CONSIGLI PER LA LETTURA

In questa sezione vengono riportate alcune brevissime recensioni di libri recentemente pubblicati, che possono essere utili per una lettura di approfondimento spirituale e culturale.

FRANCESCO D’ASSISI. L’UTOPIA È POSSIBILE
Il poverello d’Assisi. La vita di S. Francesco raccontata dal card. Angelo Comastri. «Solo donando si riceve. Solo nella dimenticanza di sé si ritrova se stessi. Solo perdonando si è perdonati. Solo morendo si risuscita alla vita eterna». Queste parola di S. Francesco fanno da tratto conduttore della biografia del poverello di Assisi che il card. Comastri regala ai suoi lettori. Un testo scorrevole per tutti, nel quale il racconto della vita del Santo è intercalato da brani – noti e meno noti – estratti dai suoi scritti. Un libro perfetto per la riflessione e l’arricchimento personale, nel quale si ritrova anche l’eco dei valori che guidano il Papa che porta ora il suo nome

Angelo Comastri, FRANCESCO D’ASSISI. L’UTOPIA È POSSIBILE!, San Paolo, Cinisello Balsamo (MI) 2014, pp. 128, € 12,00.


GIUSEPPE, IL PADRE DI GESÙ
La storia del falegname. Un piccolo, ma prezioso, volumetto per riflettere sulla figura evangelica di Giuseppe. Il volume propone un’analisi essenziale della figura evangelica, discreta e silenziosa, del padre legale di Gesù ed esamina gli episodi che lo vedono protagonista, dall’annunciazione alla fuga in Egitto, il suo ruolo, lo sguardo che hanno gettato su di lui le tradizioni bibliche, la sua riproposizione nell’arte e nella tradizione della fede. In Appendice, uno sguardo più diretto gettato proprio sul mondo degli apocrifi permette di toccare con mano l’intricata problematica delle "fonti" delle nostre tradizioni religiose. La riproposizione integrale di un antico apocrifo, la Storia di Giuseppe il falegname, ne offre più di un indizio, di certo non privo di fascino.
Gianfranco Ravasi, GIUSEPPE, IL PADRE DI GESÙ, San Paolo, Cinisello Balsamo (MI) 2014, pp. 128, € 14,00.

LA MADONNA FECE UN GUAIO CON L’ANGELO
Dare il buon esempio. Un caleidoscopio vivace, che diverte e fa pensare, scuotendo la coscienza degli adulti e riportandoli a una responsabilità educativa da tempo dimenticata: dare il buon esempio. Il maestro "sgarruppato" di Napoli – così amava definirsi Marcello d’Orta, autore del bestseller da due milioni di copie Io speriamo che me la cavo – è tornato in quest’ultimo libro a mettersi in ascolto dell’immaginario dei bambini per capire che cosa pensano e raccontano di Gesù, di Dio e della religione. Colorati, spumeggianti, a volte sgrammaticati, tutti scoppiettanti di humor involontario, gli scritti e i pensieri racconti nelle scuole elementari di Napoli e in molte altre del nostro Paese. I bambini riescono a esprimere quello di cui gli adulti hanno paura o pudore. Ed è senza malizia che – insieme a una lettera indirizzata a papa Francesco – i piccoli autori di questi testi confidano, con scandalosa innocenza, i loro dubbi di fede, le loro curiosità sulle storie e i personaggi del Vangelo, lo stupore di fronte al mistero della vita, lasciando trasparire desideri, speranze, paure.
Marcello d’Orta, LA MADONNA FECE UN GUAIO CON L’ANGELO, Piemme, Casale Monferrato (AL) 2014, pp. 182, € 9,90.

L’ITALIANO NASCOSTO
Utile per farsi capire. L’interpretazione della storia dell’italiano si è a lungo fondata sulla cesura tra lingua letteraria e dialetti: da un lato raffinati cesellatori della pagina, dall’altro una schiera di rozzi interpreti degli idiomi locali. Utilizzando studi recenti e commentando numerosi documenti, anche inediti o rari, questo libro di Enrico Testa propone una visione radicalmente diversa e prospetta l’esistenza, nel corso dei secoli, di una terza componente: un italiano di comunicazione della vita nascosta, privo di ambizioni estetiche, ma utile per farsi capire. Uno strumento linguistico spesso trasandato che, basato su una forte stabilità di strutture e su un’identità di lunga durata, ha permesso, sotto la spinta di bisogni primari, il concreto definirsi di rapporti fra scriventi (e parlanti) di luoghi e statuti sociali diversi.
Enrico Testa, L’ITALIANO NASCOSTO, Einaudi, Torino 2014, pp. 328, € 20,00.

SAN PIO X
Due volumi per due papi. Il 19 ottobre 2014 Paolo VI (Giovanni Battista Montini) sarà beatificato. Il volume di Giovanni Balconi e Pietro Praderi racconta la particolare attenzione che il Santo Padre dedicò al mondo del lavoro. In occasione del 100° anniversario della sua morte, la prima biografia completa di Pio X (Giuseppe Melchiorre Sarto) basata sui suoi scritti e su documenti storici.
Giovanni Balconi, Pietro Praderi,  Il papa dei lavoratori, Montini, le ACLI e il mondo del lavoro , San Paolo 2014, pp. 296, € 23,50.

IL BAMBINO CHE PORTAVA ACQUA
Periodo intenso della Chiesa. Nato nel luglio 1934, padre Raniero Cantalamessa è giunto alla soglia fatidica degli "ottanta", ma non cessa di girare per il mondo a predicare la Parola di Dio, ascoltato e apprezzato in tutti i continenti. Nel libro-intervista padre Cantalamessa dipana, grazie alle domande di un cronista di razza come Aldo Maria Valli, il racconto della sua vita, intessuto con il filo rosso della chiamata ad essere "il portatore dell’acqua viva". Nella vicenda biografica di padre Cantalamessa rileggiamo un periodo intenso e straordinario nella storia della Chiesa, caratterizzato dalla "svolta" impressa dal Concilio Vaticano II, di cui il religioso cappuccino è stato protagonista con la sua sensibilità ecumenica, l’attenzione ai segni dello Spirito e il servizio della Parola. Noto volto televisivo, grazie a molti anni di presenza sul piccolo schermo come commentatore delle letture domenicali, padre Cantalamessa ricopre dal 1980 l’incarico di "predicatore del Papa", svolto sotto tre pontificati, da Giovanni Paolo II a Benedetto XVI a Francesco, di cui padre Raniero dice: "Una cosa è certa: qualunque sarà la durata del suo pontificato, non sarà facile tornare indietro. E io aggiungo: per fortuna!".
Raniero Cantalamessa, Aldo Maria Valli, IL BAMBINO CHE PORTAVA ACQUA, Ancora 2014, pp. 168, € 17,00.

LA SOBRIETÀ FELICE
Fine della società dei consumi. Con una lucidità poetica e visionaria Pierre Rabhi descrive il presente in cui l’uomo sopravvive in un costante stato di alienazione, ossessionato dal tempo e dalla produttività, e in cui il progresso sta distruggendo l’intero pianeta e le sue fonti di sostentamento. Il libro arriva nel pieno della crisi finanziaria globale, ed è un testo che nasce come risposta alla dilagante incertezza e alla caduta dei mercati. In queste pagine Rabhi, personaggio di grande carisma e fascino, sottolinea come lo stile di vita del benessere e dell’opulenza non sia più praticabile e sia quindi arrivato il momento di fare spazio a una "decrescita sostenibile" e, dunque, a una sobrietà che sappia essere felice. Quelle di Rabhi non sono solo parole, ma una scelta di vita che ha messo in pratica sin dal 1961 nell’Ardèche, una presa di posizione politica, una dichiarazione di resistenza contro la società dei consumi.
Pierre Rabhi, LA SOBRIETÀ FELICE, Add. Editore 2014, pp. 191, € 15,00.



Torna ai contenuti | Torna al menu